Lega italiana lotta ai tumori
Sezione di BRESCIA



Chi siamo

Durante il congresso della Società Italiana di Chirurgia tenutosi a Napoli nell’ottobre del 1921, uno degli argomenti trattati fu quello riguardante “Il cancro”. Nacque così la decisione di unire le forze di medici ed anche di persone della società civile per dare vita a una “Lega” che pur favorendo gli studi per una migliore conoscenza del male, superasse i limiti della ricerca pura e affrontasse le questioni riguardanti la prevenzione, la diagnosi, la terapia delle malattie oncologiche.


Nel febbraio 1922 un Comitato Promotore costituì, sotto forma di associazione privata, la “FEDERAZIONE ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO IL CANCRO”, dotandola di un Consiglio direttivo e di uno Statuto approvato nel 1923. Tale Federazione diventerà successivamente “LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI” ed inizierà la sua attività nel novembre 1924.
  

Con Regio Decreto n° 114 del 16 gennaio 1927 la “LEGA” ricevette il riconoscimento di Ente morale il cui primo Presidente nazionale fu il professor foto_schittulli_thumb[9]Alessandro Lustig. Successivamente, nell’ambito della revisione degli Enti morali, con Decreto n° 70 del 20 marzo 1975, la Lega venne confermata “Ente pubblico a carattere associativo” sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica, con sede centrale a Roma e 103 sezioni provinciali.

 

Nel 1975, nell'ambito della revisione degli Enti Morali, la Lega venne confermata con DPR n. 70 e riconosciuta come Ente di Diritto Pubblico.


L'attuale Presidente nazionale è il prof. Francesco Schittulli, chirurgo oncologo.