Eventi

In questa pagina ti presentiamo tutti gli eventi e le campagne nazionali di LILT

Settimana della prevenzione oncologica

La Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica si tiene sempre nel mese di marzo. É uno dei principali appuntamenti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per informare correttamente, sensibilizzare e rendere tutti consapevoli che la Prevenzione rappresenta l’arma vincente contro i tumori.

Scienza e medicina sono concordi nell’affermare che più di un terzo dei tumori non si svilupperebbe se mangiassimo in modo diverso.

Nella settimana dedicata a questa iniziativa i volontari della LILT sono presenti nelle maggiori piazze italiane per offrire, in cambio di un modesto contributo a sostegno delle attività promosse dalla LILT, una bottiglia di olio extravergine di oliva, accompagnata ad un utile opuscolo ricco di informazioni sui corretti stili di vita con consigli e ricette di importanti chef nazionali.

Giornata mondiale contro il tabacco

Il 31 maggio di ogni anno ricorre la Giornata Mondiale senza Tabacco istituita nel 1987 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, con l’intento di “proteggere le generazioni presenti e future non solo dalle conseguenze devastanti per la salute, ma anche dalle piaghe sociali, ambientali ed economiche derivanti dal consumo e dall’esposizione al fumo di tabacco” (OMS).

Anche la LILT promuove la Giornata Mondiale senza tabacco, attraverso la distribuzione di materiale informativo, iniziative locali, promozione sul web, LILT intende incoraggiare le persone a non fumare almeno per un giorno ed eventualmente a intraprendere percorsi di disassuefazione dal tabagismo.

Campagna Nastro rosa

Ottobre è il mese della Campagna Nastro Rosa, la quale ha come obiettivo quello di sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella.
Per tutto il mese di ottobre la Sede Centrale e le Sezioni Provinciali LILT offrono visite senologiche gratuite nei loro ambulatori, organizzano conferenze e dibattiti, distribuiscono materiale informativo e illustrativo e mettono in atto molteplici iniziative volte a responsabilizzare sempre più le donne su questa problematica.

Grazie alla Campagna Nastro Rosa della LILT, per tutto il mese di ottobre, sarà possibile sottoporsi a visite senologiche gratuite presso le associazioni provinciali LILT e i circa 400 ambulatori attivi sul territorio nazionale, dove si daranno anche consigli, trovare materiali informativi e l’opuscolo dedicato.

La Campagna Nastro Rosa è sostenuta da preziosi partner che si impegnano al fianco della LILT per la diffusione della cultura della prevenzione come metodo di vita: Anci- Associazione Nazionale Comuni Italiani, CIA-Agricoltori Italiani e il gruppo Yamamay.

Percorso Azzurro

La Campagna Nazionale denominata “Percorso Azzurro” è dedicata alla prevenzione e diagnosi precoce dei tumori maschili, in particolare della prostata, la cui incidenza cresce di anno in anno.
Con questa Campagna Nazionale, LILT intende potenziare il proprio impegno nella cura e nella promozione di azioni di carattere preventivo – sia primario, che secondario – volte alla sensibilizzazione della popolazione maschile in merito alle principali patologie oncologiche della sfera genitale maschile.

Negli ultimi anni le neoplasie dell’apparato urogenitale maschile hanno assunto sempre maggiore importanza, legata in particolare alla elevata incidenza di neoplasie prostatiche che rappresentano in Italia, il 19 % di tutte le neoplasie diagnosticate negli uomini e il primo tumore per frequenza nella popolazione maschile sopra i 50 anni , con un numero di decessi/ anno pari a 7540 ( dati AIRTUM 2019).
In Italia ogni anno vengono diagnosticati 37000 nuovi casi di tumore prostatico e si stima che il 30% degli uomini vivi con tumore abbia avuto una diagnosi di neoplasia prostatica. Questi numeri richiedono valutazioni attente per il loro impatto sociale e sulle strutture sanitarie e per l’importanza che possono assumere corretti interventi di prevenzione, diagnosi, terapia e riabilitazione. Le nuove conoscenze cliniche sulla malattia, l’avanzamento tecnologico e le terapie farmacologiche recentemente introdotte sembrano offrire vantaggi in sopravvivenza e qualità di vita ma solo se si possono offrire percorsi diagnostico terapeutici corretti e personalizzati. In questo contesto tuttavia assume fondamentale importanza la sensibilizzazione della popolazione attraverso attività divulgative e di informazione che possano facilitare i malati nella scelta dei PDTA (Percorsi Diagnostico/Terapeutici/Assistenziali ) a loro offerti, PDTA che devono essere sempre aggiornati, gestiti in modo multidisciplinari per ottimizzare i risultati in termini di rapporto costo-beneficio personale e sociale.